mercoledì 11 agosto 2010

A Klaksvik il mare è rosso...rosso sangue...


A Klaksvik, nell’arcipelago delle isole Far Oer (oceano Atlantico, in una zona compresa fra Scozia,Islanda e Norvegia), 236 balene pilota, simili a delfini, specie a rischio di estinzione, sono state intrappolate nella baia e brutalmente uccise. A documentare l’accaduto un attivista di Sea Shepherd che ha dovuto abbandonare il Paese essendo stato riconosciuto poichè gli stranieri non possono assistere all’ “evento”.
Perchè partoriscono questa strage?
Gli abitanti del posto parlano di tradizioni longeve. Ritengono importante il consumo della carne dei globicefali (nonostante questa contenga un elevato quantitativo di mercurio, assai nocivo alla salute dell’uomo), la produzione di olio di balena utilizzato come combustibile,ecc. Ma è ben noto il fatto che questa mattanza non abbia alcuna utilità all’economia del Paese che sfrutta altre risorse per il proprio arricchimento.
La maggior parte dei partecipanti sono giovani, ognuno vi partecipa in un modo o nell'altro, o per ammazzare o come Spettatore!!!
Il Calderon si avvicina all'uomo per giocare e comunicare, l'uomo lo uccide.
I delfini non muoiono subito. Vengono feriti 1,2,3 volte, con grossi ganci. In quei momenti i delfini fanno dei lamenti come un Neonato e muoiono piano Miseramente!!!
Soffrono a lungo e, mentre questo magnifico essere muore piano nel suo stesso sangue, lì non c'è la benchè minima COMPASSIONE, lì, nessuno interviene!!!
E' indubbio che ogni Paese e ogni popolazione abbia le proprie tradizioni che arricchiscono culturalmente il luogo e la gente, ma in questo caso, si può davvero avere rispetto delle proprie origini? Si può continuare a conservare un pezzo di storia che di anno in anno continua ad uccidere centinaia di globicefali per il puro gusto di farlo?


Ritengo appositamente corretto non mostrare alcuna fotografia dettagliata di questo scempio,ognuno è in grado di cercare, ribellarsi o far finta di nulla senza che vengano pubblicate in questo blog le scene inaudite di tale aberrante atrocità.
Qual'è la ricchezza che porta al cuore la violenza?! provate a guardare i volti anneriti da occhi rabbiosi di chi indisturbato sta oltraggiando un diritto alla vita e lo capirete...
...E si continua a pregare dio, sopra ecatombi di massacrati...
HELENA78